• 30 AUG 18
    L’importanza della valutazione posturale nello sport e nella riabilitazione

    L’importanza della valutazione posturale nello sport e nella riabilitazione

    Prima di iniziare un qualsiasi programma di riabilitazione o di allenamento è importante procedere con una valutazione posturale approfondita. Perché? Perché attraverso tale valutazione è possibile individuare eventuali limitazioni muscolo-articolari e neuromuscolari e, di conseguenza, stilare un programma riabilitativo specifico per il singolo paziente. Allo stesso modo, nel caso di sportivi professionisti o dilettanti, si possono pianificare percorsi di allenamento e training che tengono conto delle specificità della persona e della disciplina sportiva che pratica.

    Una corretta postura è fondamentale per una buona attività funzionale del nostro corpo. Il giusto allineamento tra vertebre, arti, spina e muscoli è un aspetto decisivo non solo per evitare dolori e disfunzioni, ma anche per avere il massimo in termini di performance sportive. Una corretta postura mantiene le curve naturali della schiena e allinea il corpo in modo da favorire movimenti efficienti, diminuire gli sforzi e ridurre al minimo lo stress sul corpo. Tutte le curve del corpo e della schiena in particolare (zona cervicale, toracica e lombare), possono essere causa di dolore se non mantengono le loro gradazioni naturali e, di conseguenza, possono causare infortuni o problemi ulteriori ad arti, muscoli e articolazioni.


     

    In cosa consiste la valutazione posturale?

    Una valutazione posturale, se eseguita con le giuste tecnologie e da personale formato, consente di individuare eventuali difetti, relativi a schiena e arti inferiori e di intervenire per correggerli prima di procedere a un percorso riabilitativo o di allenamento. All’interno dell’Istituto per svolgere al meglio tali valutazioni, abbiamo acquistato una delle pedane stabilometriche più efficaci e all’avanguardia. Una pedana che permette, grazie al sistema gestito da un sofisticato circuito elettro-pneumatico retroazionato, di contare su un regolatore elettronico che permette un movimento della pedana fluido e preciso. Questa fluidità è la base per procedere a valutazioni precise e accurate dalle quali procedere poi a eventuali percorsi di correzione posturale e a percorsi di allenamento o riabilitazione mirati.

    La valutazione posturale con la pedana stabilometrica consiste in un test della durata di circa mezz’ora, condotto con la pedana e sotto la supervisione di una figura specializzata. Al termine del test viene rilasciata una valutazione e, nel caso si renda necessario, consigliato un percorso di esercizi o di soluzioni adeguate a risolvere i difetti di postura evidenziati dalla valutazione stessa. La valutazione avviene con la stessa dinamica anche nel caso di sportivi che vogliano seguire un percorso di allenamento personalizzato. In questa circostanza i risultati emersi dalla valutazione vengono valutati anche in virtù del tipo di attività fisica del soggetto, in modo da capire non solo come correggerli ma anche come possono impattare nelle sue performance.


     

    Perché dovrei sottopormi a una valutazione posturale?

    Perché è un test economico, veloce, indolore e di grande importanza per individuare le cause di dolori, infiammazioni muscolari o articolari. Poi perché ti permette di sapere se assumi una postura corretta e, eventualmente, in quale area del tuo corpo e della tua schiena ci sono aspetti da correggere. E’ una valutazione importante sia per chi fa sport sia per chi svolge una vita sedentaria ma soffre di dolori alla schiena, non legati a specifici traumi ma tali da dover essere indagati.