Conosci i benefici e i rischi dell’esposizione della pelle al sole?

 

È arrivata l’estate e con essa anche il caldo torrido e le vacanze. Che siano al mare, in montagna o in città, è sempre bene proteggere la nostra pelle dai raggi solari.

Negli ultimi anni abbiamo visto un aumento delle temperature, per questo motivo, preparare e proteggere la pelle dal sole è ancora più importante per ottenere benefici, riducendo il più possibile i danni, ma come fare?

Quale protezione necessita la nostra pelle?

A seconda del colore della pelle, dei capelli e degli occhi, è possibile fare una classificazione in fototipi: fototipi più chiari che corrispondono alle carnagioni chiare e fototipi scuri che corrispondono le pelli più scure. Seguendo questa classificazione, ciascuno di noi è quindi in grado di capire la sensibilità della propria pelle, cercando di evitare le scottature e altri danni.

I fototipi chiari sono incapaci di produrre melanina in modo genetico e per questo sono a rischio scottature dalla prima esposizione al sole, mentre i fototipi scuri hanno una maggiore capacità di produrre melanina e per questo, hanno più capacità di proteggere la pelle.

L’abbronzatura è una barriera naturale protettiva che il nostro corpo utilizza per proteggere le cellule più sensibili, quelle che il loro danneggiamento potrebbe provocare dei danni e potrebbero essere alla base della formazione di tumori alla pelle.

Quali pelli necessitano più attenzione?

I fototipi chiari, incapaci di produrre melanina, sono sicuramente le pelli più delicate, ma anche le persone con un fototipo più scuro possono scottarsi. Molto delicate sono le pelli che presentano un numero elevato di nei.

Quali sono i rischi di un’esposizione al sole non protetta?

Il primo rischio è sicuramente quello delle scottature e degli eritemi, soprattutto se esponiamo al sole una pelle sensibile. Una cattiva esposizione ai raggi solari può provocare le cheratosi attiniche, ovvero delle chiazze ruvide e squamose che si formano sulla pelle dopo anni di esposizione al sole. La cheratosi viene diagnosticata da un medico dermatologo durante una visita specialistica durante la quale valuta il danno e da consiglia il trattamento da effettuare.

Vi sono poi i tumori della pelle, legati all’effetto dei raggi solari sulle cellule della pelle i melanomi, che originano dai nei che contengono cellule scure. Per prevenire i tumori della pelle, oltre a seguire le indicazioni per una corretta esposizione al sole (non esporla nelle ore più calde, utilizzare una protezione solare adeguata, preparare la pelle all’esposizione nelle settimane precedenti), è bene effettuare una visita dermatologica e una mappatura dei nei in epiluminescenza. Con questo esame è possibile identificare quali nei possono essere dannosi, esportando quelli sospetti e sottoponendoli ad esame istologico.

Quali sono i benefici dell’esposizione al sole?

Prendere il sole, però, porta anche molti benefici. Il principale beneficio è che l’esposizione ai raggi solari, consente l’attivazione della vitamina D, molto importante per il calcio nelle ossa, per i bambini, ma anche per gli adulti, per la prevenzione dell’osteoporosi.

Presso il nostro Istituto è possibile effettuare una visita e una mappatura dei nei in epiluminescenza con la nostra dermatologa, per maggiori informazioni contattaci telefonicamente allo 055 9850083 o allo 055 9102568.